Mufatti-Immobiliare-logo

Cosa significa casa green?

Cosa vuol dire casa green?

Si utilizza il termine “casa green” per indicare un immobile con risparmio energetico ed emissioni di gas nocivi pari o vicini allo zero. Le case sono attualmente classificate, in base alla prestazione energetica.

La casa green è una casa ecologica progettata per massimizzare l’uso di fonti di energia rinnovabile, come pannelli solari, turbine eoliche e sistemi di raccolta dell’acqua piovana. Le case green riducono la dipendenza da energie tradizionali quali elettricità e gas, riducendo le emissioni di CO2.

Scopri di più sulla nuova direttiva europea classe energetica!

Che cos’è e come calcolare la classe energetica di un immobile?

La classe energetica degli edifici è un dato che consente di comprendere quali sono i consumi energetici delle varie abitazioni.

I criteri secondo cui viene assegnata una classe sono:

  • i materiali di costruzione
  • la tipologia di infissi
  • l’impianto di riscaldamento
  • la produzione di acqua calda
  • il sistema di illuminazione

È importante, infatti, conoscere i parametri che influenzano il calcolo, quali:

  • la geometria e l’esposizione dell’immobile
  • la tipologia degli impianti
  • la presenza di impianti dotati di ventilazione meccanica

Il riscaldamento invernale è uno dei principali fattori che concorrono a questo calcolo insieme alla zona climatica in cui si trova l’abitazione.

L’attestato di prestazione energetica è obbligatorio: permette di indicare le caratteristiche energetiche di un immobile e deve essere prodotto tramite dei professionisti certificati.

Guida alle classi energetiche degli edifici

Per differenziare le classi energetiche vengono usati degli indicatori che vanno da A4, che indica la classe energetica più performante a G, la meno performante. Ogni classe energetica è associata a un punteggio che va dal 10, associato alla classe più efficiente, fino all’1 della classe energetica G. Più la classe energetica è bassa, maggiori saranno i consumi dell’abitazione stessa.

Le abitazioni di classe energetica E rappresentano la maggior parte degli immobili presenti oggi in Italia: sono state realizzate tra gli anni ’70 e ’90.

Gli edifici di classe energetica D sono abitazioni relativamente recenti che, a differenza delle abitazioni di classe energetica E, dispongono di un migliore isolamento termico perché i muri esterni sono stati ispessiti ed è stata migliorata la coibentazione del tetto.

Il valore Ep, invece, indica l’indice di prestazione energetica, che corrisponde all’energia totale consumata dall’edificio climatizzato per metro quadro di superficie ogni anno.

Il documento ha una validità di 10 anni.

Quali sono gli interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche

Per effettuare un adeguamento alla direttiva è richiesto un taglio dei consumi energetici di circa il 25%!

Per ottenere un miglioramento di classificazione gli edifici dovranno effettuare gli stessi interventi previsti oggi per il Superbonus:

  • coibentazione dell’edificio con il cappotto termico
  • installazione di nuove caldaie a condensazione
  • sostituzione degli infissi
  • installazione del fotovoltaico

© Copyright 2023 Mufatti s.r.l. | Cittiglio VARESE | P.iva 03689380123 | mufatti.immobiliare@gmail.com | Privacy Policy | Realizzazione sito Futuraweb srl

menu
×